POSTRAME


CESARE PICCO

Pianista improvvisatore a suo agio tra i beat elettronici come tra i suoni di un’orchestra barocca, è da sempre sperimentatore trasversale in ogni ambito musicale. Compositore per solisti e orchestre (Moscow State Symphony Orchestra, I Virtuosi Italiani), progetti speciali (Whitney Museum di New York, Guggenheim di Venezia, Hara Museum of Contemporary Art di Tokyo), dal 1986 porta la sua musica nei più importanti festival e teatri del mondo. Ha collaborato con artisti quali Naseer Shamma, Rajendra Prasanna, Giovanni Sollima, Yukimi Nagano, Hajime Mizoguchi, Taketo Gohara, Markus Stockhausen, così come con i cantanti Giorgia, Luciano Ligabue Samuele Bersani e Pacifico. Ha scritto le musiche di tre balletti per Luciana Savignano, per la coreografia di Susanna Beltrami. In campo teatrale, ha messo in musica spettacoli di Sergio Fantoni, Gioele Dix, Fabrizio Gifuni, Ascanio Celestini, Francesco Brandi.

Nel 2009 crea il concerto unico al mondo “BLIND DATE- Concert in the Dark”, concerto nel quale artista e pubblico sono immersi nel buio assoluto. Su questa esperienza scrive il libro “Musica nel buio” (Add Editore). 

E’ Artista Ufficiale Yamaha e Ambasciatore di Cbm Italia Onlus, organizzazione impegnata nella cura delle disabilità nel Sud del mondo.

 

GENJI LAB

Un improvvisatore e il suo pianoforte, un libro di mille anni fa e le sue trame, da seguire e trasformare in musica.
Scritto attorno all’anno Mille da Murasaki Shikibu – dama di corte vissuta nel periodo Heian – il Genji Monogatari (La storia di Genji) è uno dei testi più importanti della letteratura giapponese e narra le vicissitudini, i turbamenti e gli amori di Genji, il Principe Splendente.
Cesare Picco disegna un percorso alternativo interno al libro, individuando sei macro-temi, da indagare e da trasformare in suoni mediante l’uso dell’improvvisazione totale: un percorso in sei appuntamenti, un laboratorio in cui il pubblico è chiamato a condividere l’atto creativo del musicista.
Il suono del pianoforte, il suo trasformarsi in elettronica, i campionamenti di suoni compiuti nel corso di viaggi in Giappone sono le trame sonore attraverso cui Cesare Picco racconta la vita di Genji.

Tutto il libro è un esercizio di contemplazione e il desiderio è trasformare tutto ciò in suono. Genji ci insegna a contemplare la bellezza in un essere umano come in una foglia. Bisogna prendersi del tempo, bisogna volerlo. Questi sei appuntamenti li immagino come il tempo necessario al ragno per costruire la sua magica tela, o per la foglia a toccare terra da quando si stacca dal ramo.

Cesare Picco

 

Giovedì 14 settembre | ore 21.30 | Piccolo Teatro Grassi – Chiostro Nina Vinchi
♦GENJI LAB | MOTHER

Sabato 16 settembre | ore 21.30 | Piccolo Teatro Grassi – Chiostro Nina Vinchi
GENJI LAB | DANCE

Lunedì 18 settembre | ore 21.30 | Piccolo Teatro Grassi – Chiostro Nina Vinchi
GENJI LAB | LIFE (FUJITSUBO SONG)

Mercoledì 20 settembre | ore 21.30 | Piccolo Teatro Grassi – Chiostro Nina Vinchi
♦GENJI LAB | SPIRIT (AOI SONG)

Venerdì 22 settembre | ore 21.30 | Piccolo Teatro Grassi – Chiostro Nina Vinchi
♦GENJI LAB | BEAUTY (MURASAKI SONG)

Domenica 24 settembre | ore 21.30 | Piccolo Teatro Grassi – Chiostro Nina Vinchi
GENJI LAB | SILENCE