Giovedì 21 settembre


ore 19.30 | Piccolo Teatro Grassi | Italia

I RAGAZZI DEL CAVALCAVIA

testo e regia Erika Z. Galli e Martina Ruggeri | con Alberto Alemanno, Maziar Firouzi, Francesco La Mantia, Woody Neri, Daniele Pilli | disegno luci Gigi Martinucci | musiche originali Diego Buongiorno | costumi Livia Fulvio | assistente alla regia Elvira Berarducci | produzione Industria Indipendente | in collaborazione con Carrozzerie N.O.T. e Area06 | testo inserito e promosso nell’ambito del progetto Fabulamundi Playwriting Europe | premio giuria popolare Dante Cappelletti 2015

Cinque uomini, una famiglia: la famiglia F. La famiglia F. è formata da quattro fratelli e uno zio acquisito, Tex. Ragazzi come tanti, con un lavoro e una città alle calcagna, la Città di T. Tra la noia e la voglia di rivalsa sulla vita, i Fratelli F. e lo Zio Tex si muovono tra eccessi e prese di coscienza eseguendo quello che pare essere un atto già predestinato dalla vita.
La storia raccontata in questo dramma è ispirata alla vicenda dei fratelli Furlan, che nel 1996 lanciarono dal cavalcavia della Cavallosa di Tortona un masso di tre chili che uccise Maria Letizia Berdini “per scacciare la noia, non sapendo come trascorrere una serata d’inverno nel periodo natalizio”.

Un teatro fatto di carne e di strada che non ha paura di sporcarsi le mani con la realtà, quella vera – Paper Street

Un percorso drammaturgico asciutto e potente interpretato dagli attori in modo superbo. Senza orpelli, solo con la loro marcata fisicità e il linguaggio diretto, a volte brutale, conducono lo spettatore nel loro viaggio verso l’inferno – CivitanovaLive.it

Industria Indipendente è un progetto artistico dedito alle arti performative e teatrali, fondato da Erika Z. Galli e Martina Ruggeri. La loro ricerca artistica inizia nel 2005 con la sperimentazione del video e della performance legati alla scena underground romana. Dal 2010 iniziano un percorso drammaturgico legato alla scena: sono premio Hystrio 2014 con il testo Supernova e dal 2015 fanno parte del progetto Fabulamundi Playwriting Europe e di Face à Face parole d’Italia per scene di Francia.