TAVOLO EXPORT


In lingua araba e in lingua russa

Oltre al programma artistico saranno numerose le azioni concrete dirette alla diffusione della drammaturgia italiana in Europa. La necessità che giovani autori hanno di affacciarsi al panorama europeo per potenziare l’offerta culturale italiana all’estero, ci mette nella condizione di avviare un piano di azioni concrete e sistematico negli anni per favorire la traduzione di opere italiane in altre lingue

Dopo una prima edizione del Tavolo Export (2018) – finalizzato alla diffusione della drammaturgia italiana all’estero – che ha visto la partecipazione di traduttori dall’italiano al tedesco, allo spagnolo e al francese, per il 2019 saranno presenti due traduttrici condizione di avviare un piano di azioni concrete e sistematico negli anni per favorire la traduzione di opere italiane in altre lingue

  •  Amanie Fawzi Habashi, nata al Cairo, ha insegnato Lingua e Letteratura Italiana all’Accademia delle Arti del Cairo e ha vinto il Premio Nazionale di Traduzione dal Ministero dei Beni Culturali nel 2002. Ha tradotto, tra gli altri, Dario Fo e Franca Rame, Italo Calvino, Umberto Eco, Alessandro Baricco, Luigi Pirandello e Luigi Squarzina.
  •  Irina Dvizova, nata a Mosca, è docente di Ligua e Letteratura russa all’Università La Sapienza di Roma e all’Università degli Studi di Firenze. In teatro ha lavorato, tra gli altri, per gli spettacoli di Eimuntas Nekrošius, Oskaras Koršunovas, Lev Dodin, Petr Fomenko e Rimas Tuminas. Ha tradotto in russo spettacoli di Carlo Goldoni, Pinocchio del Teatro del Carretto, Elvira, regia di Toni Servillo.