Sabato 21 e domenica 22 settembre


Ore 14:00 – 18:00 | Sala Gaipa/Teatro Grassi, Piccolo Teatro di Milano

Perché le mele?

Un laboratorio di scrittura per scoprire i temi e le urgenze della nostra vita
Per l’iscrizione non sono necessari particolari requisiti
Iscrizione (fino ad esaurimento posti) scrivere a:  [email protected] 
Costo di iscrizione 90 €

Cezanne ha dipinto per tutta la vita ceste di mele, Giorgio Morandi bottiglie di vetro, Monet le ninfee, Yves Klein ha cercato sempre di catturare l’assoluto dei blu. Tutti gli artisti hanno delle ossessioni, dei contenuti, delle storie che si affacciano ostinatamente nelle loro creazioni. Queste ossessioni hanno a che fare con i suoi nodi tematici profondi, le cose “in atto nella sua vita” come dice il regista Grotowski. 

I Maniaci d’Amore, compagnia esperta in formazione e pedagogia, con questo laboratorio intende indagare i motivi profondi di chi ha scelto o vorrebbe scegliere come lavoro o codice espressivo la narrazione, la drammaturgia, la recitazione o la regia.

Attraverso un approccio derivato dalle professioni di cura e l’utilizzo di tecniche legate allo storytelling, vogliamo creare un luogo sicuro in cui sia possibile per i partecipanti esplorare il proprio vissuto e da lì riemergere con i temi centrale della propria storia. 

E così tra mele, pittori, filosofi francesi, psicoanalisi e poesia parleremo, insieme, del processo artistico e della difficile arte di forgiare la vita.

MANIACI d’AMORE è una compagnia teatrale di nuova drammaturgia, formata da Luciana Maniaci (anche psicologa e psicoterapeuta adleriana), e Francesco d’Amore (anche editor). Hanno vinto, tra gli altri, il Premio Scenari Pagani 2012, il Premio Teatri del Sacro 2017 e il Premio della Critica 2019. Entrambi sono formatori, con particolare attenzione verso la scrittura autobiografica