Venerdì 22 settembre


ore 19.30 | Piccolo Teatro Grassi | Italia

LUCIFER

di Erika Z. Galli e Martina Ruggeri | con PierGiuseppe Di Tanno e Lady Maru | musiche originali Lady Maru | luci Daniele Spanò, Luca Brinchi | costumi Clara Tosi Pamphili | maschera Tiziano Fario | produzione Industria Indipendente | coproduzione Carrozzerie N.O.T | residenze Armunia, Città del Teatro (Cascina), Corsia Of (Perugia), Angelo Mai (Roma) | in collaborazione con short theatre

Il lavoro nasce intorno a un soggetto mitico e antropologicamente riconosciuto, quello di Lucifero, l’angelo caduto, e si sviluppa in una performance che unisce la dimensione autoriale, musicale, scenica e performativa. Il testo è costituito dall’innesto di più lingue (inglese, italiano, francese), lo spazio scenico è abitato da una scenografia multimediale in continuo movimento ed animato da interventi musicali live, in un continuo dialogo tra l’attore, il musicista e la scenografia.Al principio era l’Uovo e la sua perfezione: ancestrale simbolo di Vita, ha percorso i millenni attraverso le civiltà della Terra, si è fatto “cosmico” nel corso della Storia insediandosi all’origine del mondo. Simbolicamente l’Uovo apre questa scena e il dialogo con gli altri esseri. E’ solo e contenitore di un segreto universale.
Lucifer è un essere catapultato in un’altra dimensione, figlio cacciato dal padre che si ritrova a dover nascere di nuovo, solo stavolta. Essere esanime e non armonico entra nel corpo e trova sostanza: cresce con rapidità si fa grande e grosso, potente. Diviene abile nelle parole e nelle movenze, ammaliatore, ribelle, inarrestabile. Un corpo allenato che allarga le vene, i fianchi, le cosce, per lasciare spazio, per contenere la furia dell’Universo tutto.
QUID EST VERITAS è l’interrogativo che brucia, insieme alla sua leggendaria risposta costruita come un rivoluzionario anagramma: EST VIR QUI ADEST.

Industria Indipendente è un progetto artistico dedito alle arti performative e teatrali, fondato da Erika Z. Galli e Martina Ruggeri. La loro ricerca artistica inizia nel 2005 con la sperimentazione del video e della performance legati alla scena underground romana. Dal 2010 iniziano un percorso drammaturgico legato alla scena: sono premio Hystrio 2014 con il testo Supernova e dal 2015 fanno parte del progetto Fabulamundi Playwriting Europe e di Face à Face parole d’Italia per scene di Francia.